Con le farfalle rossoverdi nella pancia

Come ho già avuto modo di argomentare in questa rubrichina, non sono portato per il tifo plurimo. Sono antropologicamente a favore della fedeltà, io. In tutto, figuriamoci nel calcio. Enrico Berlinguer, intervistato tempo fa da un giornalista, disse con una certa soddisfazione di essere rimasto fedele ai suoi ideali di gioventù. Ora, se non in politica …

Continue reading ‘Con le farfalle rossoverdi nella pancia’ »

Destinazione Coccodrillo

Il “coccodrillo” indica, in gergo giornalistico, la biografia di un personaggio noto – un politico, un magnate della finanza, un attore – che le redazioni tengono in archivio, pronta per essere pubblicata in caso di morte. Non so se esistano “coccodrilli” anche per le squadre di calcio, probabilmente sì. È del tutto plausibile infatti che …

Continue reading ‘Destinazione Coccodrillo’ »

La prevalenza del Viperetta

Sembrava di stare sul set di un film dei Vanzina. Salone di Rappresentanza del Comune di Genova, 23 aprile 2015, gli stucchi dorati, la magnificenza dei velluti, il gonfalone della città. Ciak si gira. Il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, abbraccia – in favore di flash e di telecamere – il suo pari grado rossoblù, …

Continue reading ‘La prevalenza del Viperetta’ »

Stevenson tifava Ternana, mi sa

Non per fare dell’etnologia spicciola, ma c’è popolo e popolo. Prendete uno scozzese e mettetelo vicino a un inglese. Vi sembrano uguali? É chiaro che non si sta parlando di valori morali – nessuno dei due è superiore all’altro – e neppure di qualità intellettuali da porre su un righello centimetrato e da misurare come …

Continue reading ‘Stevenson tifava Ternana, mi sa’ »

Quei campetti vicino al campanile di una chiesa di montagna sotto i ghiacciai del Bernina

Un’intera giornata in montagna può ridurre in poltiglia chiunque. Soprattutto i genitori di due maschietti, rispettivamente di dieci e tre anni, che vogliono andare su alla Forca Surley in Svizzera per far vedere loro i ghiacciai del Bernina. (…) Legittimo dunque che lui e lei, in funivia, al ritorno, si lascino un po’ andare e …

Continue reading ‘Quei campetti vicino al campanile di una chiesa di montagna sotto i ghiacciai del Bernina’ »

Il Bar Peppe e il turno infrasettimanale

Il nuovo romanzo di Maurizio De Giovanni, napoletano e tifoso del Napoli, si intitola Il resto della settimana. L’idea narrativa è questa: c’è il Bar Peppe – una specie di barsport partenopeo – in cui la gente si ritrova per commentare i risultati delle partite degli azzurri. Il match domenicale è il centro intorno al …

Continue reading ‘Il Bar Peppe e il turno infrasettimanale’ »

Il campionato senza qualità

Non ci gira intorno, il presidente della Lazio Claudio Lotito, registrato mentre parla al telefono con un dirigente dell’Ischia: “Ho detto ad Abodi (presidente della Lega serie B, ndr): Andrea, dobbiamo cambiare. Se me porti su il Carpi… noi fra due o tre anni non c’abbiamo più una lira”. Il riferimento, per nulla velato, è al fatto …

Continue reading ‘Il campionato senza qualità’ »

Da Garritano ad Avenatti: tutte le “figu” rosso-verdi

I baffoni ispidi di Carmelo La Torre e quelli da pirata di Roberto Ciccotelli. La chioma fluente di Maurizio Codogno, che guarda ispirato un punto imprecisato in alto a destra quasi fosse un pioniere western, e – di converso – la stempiatura precocemente dottorale di Piero Volpi. E poi un Aldo Nardin a tutta figura, …

Continue reading ‘Da Garritano ad Avenatti: tutte le “figu” rosso-verdi’ »

Le “provinciali” simpatiche

Prendete la Juventus, il Milan, l’Inter o il Torino. Ci sono alcuni grandi (e storici) club che si possono considerare, a tutti gli effetti, vere e proprie squadre nazionali. Non tanto perché schierano tra le proprie fila calciatori “da nazionale” – o perché, se mai dovessero disputare un campionato del mondo, probabilmente arriverebbero tra le …

Continue reading ‘Le “provinciali” simpatiche’ »

Fortiter in re, suaviter in modo: un anno con il “Komandante”

Contro il Crotone la panchina rossoverde del “komandante” Tesser compie più o meno un anno. Quando – poche ore prima di San Silvestro – fu ufficializzato il benservito a Toscano, furono in molti ad avere un brivido alla schiena. Ok, il campionato non era iniziato nel migliore dei modi e la Ternana, partita con un …

Continue reading ‘Fortiter in re, suaviter in modo: un anno con il “Komandante”’ »