L’INVITO A STRASCICO DI DI MAIO

Oggi il presidente Mattarella dà il via alle consultazioni che dovrebbero portare alla formazione del nuovo governo. Lo scenario è piuttosto ingarbugliato, diciamo. La luna di miele tra M5s e Lega è durata giusto il tempo di salutare l’insediamento dei presidenti di Camera e Senato e ora pare si sia tornati allo stallo. Il Pd …

Continue reading ‘L’INVITO A STRASCICO DI DI MAIO’ »

LA SINISTRA E LA PAURA DEL MARE APERTO

Mai con i 5 Stelle. Provino a governare loro, con l’altro vincitore delle elezioni, la Lega. La linea dettata da Matteo Renzi all’indomani della disfatta elettorale è chiara. Mai! Epperò nel Pd comincia a stagliarsi un’area dialogante che, in vista delle imminenti consultazioni di Mattarella, vorrebbe far uscire dall’angolo un partito che la sua, invece, …

Continue reading ‘LA SINISTRA E LA PAURA DEL MARE APERTO’ »

VELTRONE, LUI NON FA L’OPPOSIZIONE

“Passai una notte con un mal di testa bestiale a decidere la mia vita a 18 anni. Avevo spalancate le porte dei miei due amori: la politica e il cinema”. In questa autodescrizione del proprio stato d’animo, quando gli propongono nel 1975 di diventare capo della Fgci romana, c’è tutto Veltroni. “Il pensoso osservatore delle …

Continue reading ‘VELTRONE, LUI NON FA L’OPPOSIZIONE’ »

QUEL FURBACCHIONE DI PRODI. E FRA UN PO’ ARRIVA PURE VELTRONI, VEDRETE

  E se l’endorsement di Romano Prodi per Paolo Gentiloni – oggi a Bologna in occasione della presentazione di una lista patrocinata dal suo ex ministro Giulio Santagata – fosse solo una mossa tattica di riposizionamento in vista della molto probabile sconfitta della sinistra? Lo aveva già scritto Marcello Sorgi qualche giorno fa in occasione …

Continue reading ‘QUEL FURBACCHIONE DI PRODI. E FRA UN PO’ ARRIVA PURE VELTRONI, VEDRETE’ »

Silvio Yin e Matteo Yang

“Poi si vede. C’è sempre tempo, in un clima di neo-vetero-proporzionale, di stabilire alleanze tra diversi. Ma diversi, senza troppi incomprensibili patemi d’animo”. Così Giuliano Ferrara ieri sul Foglio. Lo schema è il solito: Berlusconi e Renzi (prima era D’Alema, poi Bersani ad essere tirato per la giacca) si mettano d’accordo e traghettino l’Italia verso …

Continue reading ‘Silvio Yin e Matteo Yang’ »

El pueblo desunido

Ma precisamente cosa intendono – oggi, nel 2017 – quelli che dicono “il nostro popolo”? “Il nostro popolo non capirebbe, stiamo perdendo il consenso del nostro popolo, il nostro popolo ci sta lasciando, il nostro popolo sta andando con Pippo e Pluto, eccetera eccetera? Lo chiedo senza intenzione polemica, sia chiaro, ma da osservatore politico. …

Continue reading ‘El pueblo desunido’ »

Le contraddizioni di D’Alema

Ci metto sempre un po’ a digerire le interviste. Le leggo, le chioso, le rileggo, le confronto con altre. A volte trovo delle contraddizioni – come dire – storiche: per alcuni quello che valeva ieri non vale oggi. Dell’intervista che D’Alema ha dato l’altro giorno a Cazzullo sul Corsera mi ha divertito soprattutto una cosa, …

Continue reading ‘Le contraddizioni di D’Alema’ »

Diavolo d’un Cuperlo

A Giovanna Casadio di Repubblica che gli chiede se Anpi fa bene a dire No al referendum costituzionale, Gianni Cuperlo risponde apoditticamente: “Chi ha fatto il partigiano va rispettato sempre, qualunque posizione esprima”. Posso anche essere d’accordo (anche se uno che ha vissuto la guerra io mi sento di rispettarlo comunque, partigiano o no), tuttavia …

Continue reading ‘Diavolo d’un Cuperlo’ »

L’uva di Enrico Letta

Qua si è piuttosto preoccupati per la deriva comportamentale di Enrico Letta. Che è giovane dopotutto e potrebbe giocarsi le sue chance di rivincita, ma che si sta irrimediabilmente prodizzando. O dalemizzando, fate voi. E non è un buon segnale. Intervistato oggi da Monica Guerzoni del Corriere della sera spende tutta la prima parte a …

Continue reading ‘L’uva di Enrico Letta’ »

Hanno ammazzato Baffo, Baffo è vivo (più o meno)

Nell’intervista rilasciata a Cazzullo del Corriere della sera, D’Alema spara a palle incatenate contro Renzi e i renziani, senza lasciare spazio alle intepretazioni: “metodi staliniani”, “siamo oltre l’arroganza. Siamo alla stupidità”, “la cultura di questo nuovo Pd è totalmente estranea a quella originaria”. Roba forte. La mia posizione su D’Alema, espressa un paio d’anni fa, …

Continue reading ‘Hanno ammazzato Baffo, Baffo è vivo (più o meno)’ »