Che palle, mi cercano pure qua in Indocina

Qualche sera fa il Tg1 intervista Renato Brunetta, presumibilmente dalla sua casa al mare. Dietro di lui, mentre si discetta sui concetti di larghe intese e legge elettorale, ride una maschera in terracotta e la penombra sa di cicale che impazzano volenterose. Pochi minuti dopo passa un altro servizio sulla situazione economica in Italia e …

Continue reading ‘Che palle, mi cercano pure qua in Indocina’ »

Il piano diverso? Quello inclinato

E poi su queste dimissioni di gruppo dei parlamentari Pdl c’è Renato Brunetta che dice: “Ci sono due piani diversi, uno per il Governo e uno per il Parlamento”. Due piani diversi. Che uno fatica a capire. Scusate, ma se il governo sta su perché ottiene la fiducia delle Camere (questa è una democrazia parlamentare, …

Continue reading ‘Il piano diverso? Quello inclinato’ »

Muppets

Prima di ogni argomentata analisi politica, prima delle puntuali osservazioni degli esperti, prima di qualsiasi commento sulla crisi di rappresentanza e sull’inceppamento del sistema e al netto di ogni rimando storico-sociologico, vorrei che guardaste questa foto insieme a me, senza preconcetti. Cioè, dimenticate chi sono Berlusconi, Brunetta, Schifani e Maroni (Alfano chi?). Immaginate che siano …

Continue reading ‘Muppets’ »

E’ triste trovarsi adulti senza essere cresciuti

Citando Fabrizio De André, magari avrà il cuore troppo vicino a… insomma sì, però scrivere sa scrivere. E anche eccepire. Renato Brunetta, di nuovo alla ribalta delle cronache per le sue reazioni muscolari, risponde (e bene) sul Foglio a Francesco Merlo che gli ha dedicato un libro – Il Fantuttone – in cui fa eccessivo …

Continue reading ‘E’ triste trovarsi adulti senza essere cresciuti’ »