Tutti nudi a Sanremo

Dopo aver detto cose più o meno condivisibili, ma già sentite, su Celentano (“che quando canta è francamente sensazionale”), Concita De Gregorio è caduta nella trappola dell’iperbole. “Se l’anno prossimo – ha scritto oggi su Repubblica – facessero presentare Sanremo a Geppi Cucciari affiancata da due valletti maschi nudi e cretini, con una bella balena tatuata sull’inguine, questa sì che sarebbe tv. Finalmente”. Finalmente.
A parte il fatto che non è propriamente bello dare della cretina così a salve (e tanto meno a Belen), vorrei che Concita De Gregorio riflettesse su un’evidenza: il gusto per la provocazione ha contagiato ormai tutti, da Celentano all’autista del tram, dal corsivista dell’Eco della lampara alle più serie giornaliste della stampa radical. A meno che quella dei valletti non fosse una provocazione neofemminista e allora parliamone
.