Calcio totale? Soviet + Verticalizzazione

 Aprire il 14 febbraio – giorno di San Valentino – il Corriere Mercantile, gloriosa testata genovese fondata nel 1824, e trovarci dentro la faccia di Corrado Viciani fa indubbiamente piacere. Come ternano emigrato in Liguria, ma – soprattutto – come appassionato di calcio. Leggere poi nella didascalia della foto – credo scattata a Terni perché …

Continue reading ‘Calcio totale? Soviet + Verticalizzazione’ »

Con questi dirigenti

Pensavo che si potrebbe fare l’amore… ma pensavo che fosse impossibile. È possibile? Dipende. Dipende da cosa? Dipende se c’è un motivo. In che senso? Se c’è un motivo, allora non vedo perché, se non c’è, allora non vedo perché no. Non capisco… Scarica l’articolo in formato PDF

Se Monti piglia meno del 15%, Montezemolo carica Riccardi e sgomma in America

Ferrari: fatturato 2,433 miliardi di euro (+8%) e 7.318 (+4,5%) vetture consegnate. “E’ motivo di grande orgoglio per tutti noi – ha spiegato il ducaconte commentando marchionnemente l’ottima performance del 2012 – chiudere un anno con simili risultati, pur in presenza di un contesto non certo favorevole in tanti Paesi europei se non addirittura ostile, come …

Continue reading ‘Se Monti piglia meno del 15%, Montezemolo carica Riccardi e sgomma in America’ »

Sotto un drago africano

C’è un libro – un po’ furbacchione, ma in questo caso è un pregio – di un piccolo editore genovese, che si intitola Sotto una Lanterna africana. Il libro parla di un derby davvero speciale. Da qualche tempo Genoa e Sampdoria hanno aperto a Malindi e Watamu, in Kenya, due scuole calcio per orfani e …

Continue reading ‘Sotto un drago africano’ »

Le dimissioni del Papa ai tempi di twitter

Poi magari ci torno su con un post un po’ più ragionato, ma per ora posso solo dire una cosa: Roberto D’Agostino a Piazza Pultita che parla delle dimissioni di Ratzinger citando Carlo Freccero è il segno di questi tempi qua. p.s. e sappiate che sto aspettando Luciana Littizzetto Scarica l’articolo in formato PDF

Forse sì, forse no, forse forse

“Forse i risultati delle elezioni ci daranno indicazioni chiare su come evolverà il nostro sistema politico nei prossimi anni. E forse no. Forse la situazione resterà confusa, aperta a diversi possibili esiti”. Questo, signori, è il lead del pezzo di Angelo Panebianco oggi sulla prima pagina del Corriere della sera. Ora, qua non si pretende la previsione …

Continue reading ‘Forse sì, forse no, forse forse’ »

Super Mario Baz

Dopo l’ospitata a Le Invasioni barbariche con tanto di cani in grembo e bevute in compagnia (persino l’icona del bevitore di birra gli ha rubato, a Bersani) possiamo dire che siamo francamente oltre la mutazione antropologica: Mario Monti dà l’impressione di essere una sorta di robottone di plastica dura con microchip sottocutaneo. Un videogioco umanoide tipo …

Continue reading ‘Super Mario Baz’ »

Imprenditori con il culo degli altri

“Siamo – è bene ricordarlo – la nazione in cui l’elasticità della crescita del Pil all’aumento della quota dei profitti, calcolata sul periodo che va dal 1992 al 2005 (quindi prima della crisi attuale ndr), è la più bassa di tutto l’Occidente (…) a prova, infamante, dell’avarizia e della miopia di quella stessa classe imprenditoriale …

Continue reading ‘Imprenditori con il culo degli altri’ »

A Sanremo Kermit Fazio e i suoi simpatici personaggi

Non so se avete presente Gianni Minà. Giornalista militantissimo, innamorato del Sud America,  formidabile intervistatore di sportivi, scrittori e politici in mimetica, autore di lungometraggi memorabili, uno fra tutti Una storia americana su Cassius Clay-Mahammad Alì. Nel 1987 intervista per 16 ore di fila Fidel Castro. No dico, 16 ore. Ripete l’impresa pochi anni dopo. …

Continue reading ‘A Sanremo Kermit Fazio e i suoi simpatici personaggi’ »

Everybody needs somevote

Già dai tempi delle primarie là al Partito democratico le idee non mancavano. Vi ricordate i “Fantastici 5″ con Bersani Ben la Cosa e Tabacci Silver Surfer? Beh, la trovata di vestire Renzi e Bersani da Blues Brothers è carina. Anche perchè i due sembrano proprio Belushi e Aykroyd. Ma c’è un sottotesto che i creativi non hanno valutato …

Continue reading ‘Everybody needs somevote’ »