E se convenisse tenersi il Porcellum?

E’ cominciata oggi la raccolta di firme per il referendum Passigli che propone l’abolizione di alcune norme del cosiddetto porcellum, la legge elettorale con la quale siamo andati a votare alle ultime consultazioni politiche. In rete è già iniziato il tam-tam. Uno dei quesiti vuole cancellare le liste bloccate e questo è – come si …

Continue reading ‘E se convenisse tenersi il Porcellum?’ »

Mozione Hepburn vs. mozione Monroe

Nello stesso giorno in cui Ritanna Armeni analizza la fine presunta del feeling elettorale tra donne e Cavaliere, le dame vanno all’armi. Contro il Partito democratico. La polemica scoppiata intorno al manifesto per la Festa de l’Unità di Roma – slogan “Il vento è cambiato” e una gonna che si alza con due gambe di …

Continue reading ‘Mozione Hepburn vs. mozione Monroe’ »

Stavolta

Avvertenza: questo è un post ozioso, esercizio recriminatorio di uno proiettato al passato che non sa godere il bicchiere mezzo pieno del presente. Ok, se siete ancora lì vi dico che io andrò a votare. Lo dico a scanso di equivoci. E prevedo che il quorum verrà raggiunto. Non starò a scomodare il “nuovo protagonismo …

Continue reading ‘Stavolta’ »

Ciclista gregario in fuga

Massimo D’Alema non vuole andare a votare nell’immediato e infatti ha subito chiosato l’apertura di Bersani alla Lega (che, pare, non fosse un’apertura) con una dichiarazione contro Maroni e i Cie: “Lasciate che esprima tutta la mia indignazione di cittadino. Come è pensabile che una maggioranza che si dice garantista possa tenere 18 mesi una …

Continue reading ‘Ciclista gregario in fuga’ »

Con questi idealtipi non vinceremo mai

Repubblica ha fatto uscire stamattina (16 giugno, ndb) una parte dell’intervento che Gustavo Zagrebelsky sta tenendo stasera – magari proprio mentre sto scrivendo – all’Auditorium Parco della Musica di Roma sulla parola Libertà. Scrive – sta dicendo – cose parecchio sensate. Che esiste una maniera molto subdola di induzione all’obbedienza, un’oppressione in sé non evidente …

Continue reading ‘Con questi idealtipi non vinceremo mai’ »

Blitzkrieg

Può essere che sia così. Che con questi risultati elettorali finalmente il Pd sia diventato un vero partito. Un partito che ha saputo mettersi al centro dello schieramento anti-Berlusconi e con razionalità funzionare da elemento equilibratore. E questa cosa l’ha fatta grazie alla pazienza, alla capacità, ai nervi saldi e – perché no? – alla …

Continue reading ‘Blitzkrieg’ »

Simul stabunt, simul cadent

Prima domanda: ma quanti voti sposta? Ha ragione la Santanchè a dire, ieri su La Stampa, che “programmi alla Santoro ci fanno prendere un sacco di voti”? Oppure è vero il contrario e che Pisapia poteva scordarsela Milano senza l’endorsement ad Annozero? Magari una risposta l’avremo giovedì quando Santoro – nella prossima puntata – con …

Continue reading ‘Simul stabunt, simul cadent’ »